il volo a vela



PERCHE' IL VOLO IN ALIANTE

 

 

.

 

Perché scegliere questa disciplina?

 

Ebbene, tante le possibili risposte, ma una su tutte. Il volo in aliante è il volo puro, per eccellenza. Poter volare senza motore è un'esperienza unica, che tutti dovrebbero provare almeno una volta nella vita.

 

È silenzioso. L'aliante libra nell'aria sfruttando l'efficienza della propria aerodinamica. Si sente solo il fruscio dell'aria, che aumenta all'aumentare della velocità . Il rateo di discesa è dato dall'efficenza dell'aliante. Si pensi che gli alianti moderni sono in grado di percorrere distanze enormi avendo a disposizione anche quote relativamente basse. Il nostro biposto dg 500 è in grado di percorrere 43 km con soli 1000 metri si quota..

 

È sfidante e sportivo. Il pilota di un aliante moderno oltre a librare, veleggia, ossia sfrutta le correnti ascensionali e sale con esse. L'aliante viene trainato in quota da un aereo a motore, ma una volta che si sgancia.. la benzina del volovelista è l'aria più calda che il pilota prevede attraverso l'osservazione del cielo. Gli strumenti aiutano, e indicano al pilota se si trova dentro la colonna di aria calda (termica). Allora lì sta il pilotaggio e la sensibilità del pilota. Nel sentire, come fanno i rapaci, dove girare per salire e fare quota, per poi andare in planata alla ricerca di una nuova termica. Il volo a vela perfeziona le qualità di pilotaggio, e non a caso le migliori aeronautiche militari pretendono che i loro piloti da caccia conseguono la licenza di aliante. Ma forma anche la mentalità del pilota.. E dell'uomo, perché è una disciplina sportiva a 360 gradi e sono numerose le gare di velocità che si tengono nel periodo estivo Ma sopratutto: è emozionante! E se descrivere l'emozione di toccare una nuvola con le ali è compito dei poeti..


Provarla è facile! Basta venire a Molinella e salire su uno dei nostri alianti